#16. Sincera-mente

Stavo girando tra vari blog di wordpress, tag #Photoblog.
Son stato contento di trovare molti fotografi. Non so, forse è questo, mi fa sorridere l’idea che ci siano vari fotografi.
Mi dicono tutti che il mercato è saturo, io trovo invece che si tratti di una vasta gamma di stili differenti.
Amo vedere gli scatti degli altri fotografi, è come vedere attraverso gli occhi di qualcun altro.
Un kagebushin-no-jutsu, ma con persone diverse.

Quello che mi spiace maggiormente è la mancanza di originalità, invece. Non trovo sia particolarmente difficile trovare il proprio mood, e quando lo è, trovo stimolante l’idea di pensare a qualcosa di unico e proprio, conforme alle proprie capacità.
Ormai si trovano ovunque riferimenti a parole che di artistico non hanno più niente, drenate completamente ed abusate. Parlo delle solite: maledetta-mente, testarda-mente, sincera-mente e via così.
Mah.

Tuttavia lascio carta bianca, non voglio fare una critica sui massimi sistemi dei fotografi.

IMG_3902

Per quanto riguarda il resto, sono le 11.54 e non è il mio orario di scrittura, si è bloccato photoshop e sto aspettando da oltre mezz’ora che elabori la maschera di livello.
Ho la mente satura di idee, strategie di marketing, creatività per i prossimi progetti, preoccupazioni per il futuro, razionalizzazione degli istinti (non sempre omicidi, giuro).
La settimana scorsa è stato il mio compleanno, 24 per chi se lo chiedesse, e mi sono un po’ lasciato prendere da una settimana di meritato riposo, che in realtà così non è stato, ma tanto facevo le cose con la testa per aria ed ero completamente alienato.

Foto scattata da mio Zio: C.Melis

Foto scattata da mio Zio: C.Melis

Ora sto aspettando un pacco, non dico cosa conterrà perché neanche io ne sono veramente sicuro.
Dovrebbe contenere il mio futuro e gran parte del mio passato, parlando di soldi.
E da là non ho più scuse, bisogna fare sul serio.

E’ successo che da ragazzino ultra-indipendente con la certezza di dominare il mondo sono passato a ragazzetto in balia degli eventi ed ora un ragazzo alla mercé dei propri istinti, che finora non si sono rivelati una fregatura.
Sarà che bisogna avere fiducia, e io mi fido, a giorni alterni, escluso i festivi.

Ci devo lavorare sopra ma non nego una crescita tra alti e bassi, il rate è variabile e la mia fiducia con esso.
Tra periodi di opportunità addirittura accavallate, a periodi di completa assenza.
Sarà che è cambiato il tempo ed ultimamente è sempre nuvoloso, ventoso e piovoso.
Per mia fortuna non ho lasciato l’ispirazione e la creatività ai 23 anni (anche se mi sono sempre trovato particolarmente soddisfatto dei miei anni dispari), progetti ed opportunità si stanno presentando anche ora ed io sto aspettando non so cosa per coglierli.

bew

Credo che alla fine, come ho fatto io, si tratti di uscire dalla propria safe-zone, fare un respiro profondo e dirsi
“sei deficiente, ce la puoi fare”.
Dopotutto la safe-zone è stata creata dal niente, perché non espandersi verso altro niente?

Paure, di ché?

Mah, concluderò con un omaggio alla figura dell’artistoide:

Mi sono sincera-mente rotto il  cazzo di avere paura di me stesso.
Alla fine tutto è una guerra.

_MG_8305-Modifica 2

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...